Archivio dell'autore

Su Bianca Pitzorno e sul perché gli adulti dovrebbero leggere libri per bambini

di

Non molto tempo fa ha suscitato interesse e scalpore la pubblicazione del libro Storie della buonanotte per bambine ribelli, di Elena Favilli e Francesca Cavallo, che ha visto le stampe in febbraio grazie… Continua a leggere

«E le altre sere verrai?», il tempo è imprevedibile a Cape Cod

di

«Certo che verrò le altre sere. Verrò da te, verrò per te. Non dovrai aspettarmi a lungo». Non c’è risposta più desiderabile di questa, per qualcuno che si incrina tanto – nella voce… Continua a leggere

Espiazione, I. McEwan. Immaginazione e menzogna

di

Immaginazióne – 1. Particolare forma di pensiero, che non segue regole fisse né legami logici, ma si presenta come riproduzione ed elaborazione libera del contenuto di un’esperienza sensoriale, legata a un determinato stato affettivo;  […]… Continua a leggere

Balzac e la Piccola Sarta cinese: il proibito alla luce dei fiammiferi

di

In un pomeriggio d’autunno, nella cucina di casa vostra c’è un uomo venuto da lontano, col sorriso di un bambino saggio. Quell’uomo vi sta raccontando la sua storia.

Neruda e Montale, la tragica banalità di un’assenza.

di

Pablo Neruda è stato uno dei più grandi poeti del Novecento. Eugenio Montale, pure. Il primo nato nella stanca e rigogliosa terra cilena un giorno di luglio del 1904, e vissuto in eterno… Continua a leggere

Cacao. La vittoria della natura sulle miserie umane

di

Cacao è un libriccino piccolo, poco più di cento pagine. Pubblicato nel 1933 dall’allora ventenne Jorge Amado, racconta la profonda lacerazione che spacca e attraversa il Brasile come un secondo Rio delle Amazzoni, triste… Continua a leggere

Mastro-don Gesualdo: l’amaro limbo degli ibridi sociali

di

Giovanni Verga pubblicò il Mastro-don Gesualdo sulla rivista Nuova Antologia nel 1889. Tuttavia, esso fu il prodotto di una lunghissima gestazione durata quasi nove anni: la prima volta che lo scrittore siciliano mise… Continua a leggere

Hawthorne. La demoniaca potenza della repressione

di

Nathaniel Hawthorne è uno dei più grandi scrittori americani dell’Ottocento. Non tutti, però, conoscono un curioso aneddoto sul suo cognome. Egli, infatti, nasce il 4 luglio 1804 a Salem, nel Massachussets, e nasce… Continua a leggere

Sándor Márai: il lento bruciare del tempo

di

La complementarietà nutre la vita e le dà nascita e impulso. Terra e cielo, acqua e fuoco, vita e morte. La lista potrebbe continuare infinita. Tutto quello che facciamo, diciamo e viviamo è… Continua a leggere

Lolita: scandalo e nevrosi.

di

Parigi, 1955. Lo scrittore russo Vladimir Nabokov pubblica, dopo due anni di rifiuti, la sua più famosa opera, Lolita. Le case editrici alle quali l’autore si era rivolto, infatti, non avevano avuto giudizi particolarmente positivi: il… Continua a leggere

James Joyce e la Dublino rifiutata

di

Quando una città diventa simbolo d’un mondo, e quando 15 storie diventano simbolo di un tempo della Storia, 22 case editrici ti rifiutano. È quanto succede allo scrittore irlandese James Joyce allorché, nei primi del ‘900, invia il… Continua a leggere