L’avversario di Carrère: il male indecidibile

di

Ian McEwan, interrogandosi sul perché si scrive  – e si legge – di cose orribili, dichiarò: “Usiamo i casi peggiori per misurare la portata della nostra morale. E forse dobbiamo svolgere le nostre… Continua a leggere